Il metodo

 

 

 

Gli anni di esperienza come divulgatore a contatto diretto con alunni della Scuola Primaria e Secondaria, con gli studenti universitari e con gli adulti hanno avuto un'influenza fondamentale nella creazione di questo metodo. Dall'altro lato, alcune eminenti "guide" al Conservatorio e all'Università hanno lasciato un segno indelebile sulla capacità di connettere più discipline (anche apparentemente lontane) e di creare percorsi innovativi e pregnanti con l'acume e l'entusiasmo di un appassionato. Devo moltissimo al professor Carlo de Incontrera e al professor Aldo Becce: i due pilastri che mi hanno insegnato la sacralità della cultura e ad avere una prospettiva pungente, trasversale, mai banale.

 

 

 

Il metodo che utilizzo in tutte le prolusioni e nelle lezioni però, trova il suo perno in una costante ricerca che indaga i rapporti fra la percezione della musica e le circostanze ambientali che circondano l'individuo moderno. Come ascolta la musica? Quali elementi coglie e quali tralascia? Come rieducare l'orecchio di un adolescente cresciuto a pane e Hip-Hop?

 

La poca formazione musicale, il bombardamento mediatico con autentica "spazzatura" che attanaglia la nostra quotidianità, unite ad una generale perdita di interesse verso la musica dal vivo sono gli ostacoli iniziali più temuti: questo metodo tuttavia, invece di introdurre subito nozioni "nuove" o dimenticate, parte dall'estremo opposto ,ossia da ciò che è già noto. Ed è a questo punto che i supporti multimediali e una conoscenza approfondita della rete si rivelano ausilii di importanza capitale: per spezzare la corazza di indifferenza o di diffidenza, basta un semplice video di pochi minuti, a disposizione di tutti, su youtube. Da un semplice clic dunque, può iniziare il nostro sentiero virtuale, condito da botta e risposta, discussioni, domande, dubbi e stupori; e proprio l'uso di contributi accessibili permette ad ogni partecipante - una volta varcata la soglia di casa - di poter guardare, riguardare ed apprezzare di nuovo ciò che è stato mostrato e spiegato durante l'incontro.

 

 

 

Punti salienti di una lezione tipo: un'esibizione di breakdance, una suoneria del cellulare, le splendide incisioni del Piranesi, due danzatori sul ghiaccio, un attore del teatro Kabuki spiegano...Johann Sebastian Bach. Com'è possibile? Venite a scoprirlo dal vivo...